Visit Cremona
lunedì 23 settembre 2019

PIZZIGHETTONE

delimitato dalla possente cerchia muraria

PIZZIGHETTONE
Pizzighettone si stende lungo il fiume Adda, pochi chilometri a Nord dalla confluenza nel Po.
La storia di Pizzighettone è profondamente legata al fiume Adda, lo stesso centro storico è attraversato dal fiume, che lo divide in due parti distinte: l'abitato principale di Pizzighettone sulla riva Est e la borgata di Gera su quella Ovest.
L’attuale Pizzighettone fu edificato nel 1132 sulla riva sinistra del fiume come avamposto della città di Cremona il borgo, dopo l’età comunale, fu sottoposto alla signoria dei Visconti, degli Sforza, quindi al dominio degli Spagnoli e degli Austriaci sino a giungere al Risorgimento. Di tali vicende sono testimonianza le due torri rimaste dell’antico Castello e l’intera cerchia muraria bastionata, che per la sua struttura ed il suo stato di conservazione è considerata una delle più significative in Lombardia.
Le mura, un complesso difensivo lungo circa 2 km, offrono all’occhio del visitatore una cortina muraria che circonda per intero il centro storico e che racchiudono piccoli gioielli architettonici come la la Torre del Guado, la parrocchiale di S. Bassiano, la più antica del paese, al cui interno troneggia la grandiosa Crocifissione di Bernardino Campi oltre ai tre altorilievi trecenteschi in marmo.
La chiesa dei SS. Rocco e Sebastiano, la chiesa di S. Pietro, edificata nel Settecento e il santuario della Beata Vergine del Roggione ornata con affreschi, decori e cariatidi in stucco.
Infine non possiamo non menzionare il Museo Civico che documenta la storia del territorio e che può essere visitato senza guida grazie alla presenza di materiale informativo disposto lungo il percorso.
Nel comune di Pizzighettone si svolge tra la fine di ottobre e l'inizio di novembre una manifestazione enogastronomica durante la quale è proposta la degustazione del piatto “Fasulìn de l'öc cun le cùdeghe”, pietanza tipica della zona fra Lodi e Cremona, a base di fagioli dall'occhio e cotiche di maiale in umido.

itinerario turistico
Il centro storico del paese è delimitato dalla possente cerchia muraria, una buona parte della quale è aperta al pubblico. Le mura, come si vedono oggi, risalgono al 1650 circa, quando le precedenti difese vennero rifatte dagli Spagnoli. Gli Austriaci eseguirono ulteriori interventi intorno al 1720.
La cortina muraria di Pizzighettone conserva al suo interno una serie di ambienti voltati a botte, tutti collegati tra loro (le Casematte), inoltre è dotata di un Rivellino di forma semicircolare (difesa avanzata della città militare del XV secolo) ed è interamente circondata da un fossato che un tempo rappresentava un'ulteriore difesa per la comunità. Il lato sud-orientale delle mura termina con la polveriera San Giuliano, mentre la zona settentrionale ospita le celle dell'ergastolo austriaco.
Poco distante dal lato meridionale della cerchia muraria sorge la chiesa parrocchiale di San Bassiano, edificata nel 1158 dai Lodigiani rifugiatisi a Pizzighettone dopo la distruzione di Lodi da parte dei Milanesi. Tra gli elementi di maggior pregio, il rosone con mattonelle recanti simboli sforzeschi (1467) sulla facciata di impianto romanico, e le opere conservate all'interno, tra cui la Crocifissione affrescata da Bernardino Campi (1522-1591) in controfacciata.
Di fronte alla chiesa parrocchiale sorge il Palazzo Comunale (1479), costituito da un porticato ad archi ogivali sormontato da finestre decorate da cornici in cotto, mentre poco lontano, in Via Garibaldi, si trova il cinquecentesco Palazzo Quartier Fino, che ospita il Museo Civico e la Biblioteca Comunale.
Non distante, vicino al ponte sull'Adda ”Trento e Trieste”, che unisce Pizzighettone alla borgata di Gera, si incontra la Torre del Guado (Torrione), unica delle quattro torri del castello di Pizzighettone (XII secolo) sopravvissuta allo scempio di inizio Ottocento. Nel 1525 la torre ospitò il suo più illustre prigioniero, il sovrano francese Francesco I di Valois, sconfitto nella battaglia di Pavia dalle truppe dell'imperatore spagnolo Carlo V.
Oltrepassato il ponte sull'Adda, ci si ritrova nella borgata di Gera, sulla cui piazza del Mercato si innalza il fianco della chiesa dei Santi Rocco e Sebastiano (1486), che ospita notevoli dipinti di scuola cremonese.
Sempre in questa borgata si trovano palazzi di epoca quattro-cinquecentesca e le chiese di San Marcello (1616), e di San Pietro (XVIII secolo). Anche la borgata di Gera è completamente circondata da mura a doppia corona con tre baluardi, edificate nel 1720, che conservano ancora oggi al loro interno i suggestivi ambienti delle casematte.Trieste”, che unisce Pizzighettone alla borgata di Gera, si incontra la Torre del Guado (Torrione), unica delle quattro torri del castello di Pizzighettone (XII secolo) sopravvissuta allo scempio di inizio Ottocento. Nel 1525 la torre ospitò il suo più illustre prigioniero, il sovrano francese Francesco I di Valois, sconfitto nella battaglia di Pavia dalle truppe dell'imperatore spagnolo Carlo V.
Oltrepassato il ponte sull'Adda, ci si ritrova nella borgata di Gera, sulla cui piazza del Mercato si innalza il fianco della chiesa dei Santi Rocco e Sebastiano (1486), che ospita notevoli dipinti di scuola cremonese.
Sempre in questa borgata si trovano palazzi di epoca quattro-cinquecentesca e le chiese di San Marcello (1616), e di San Pietro (XVIII secolo). Anche la borgata di Gera è completamente circondata da mura a doppia corona con tre baluardi, edificate nel 1720, che conservano ancora oggi al loro interno i suggestivi ambienti delle casematte.

Camper Service
Il Comune di Pizzighettone è dotato del primo 'Camper-Service' del Pizzighettonese a servizio dei camperisti che approdano sempre più numerosi nel borgo rivierasco murato in occasione di manifestazioni e rassegne. Un'area con acqua corrente per carico e scarico ricavata all'angolo tra via Marconi e viale De Gasperi, facilmente raggiungibile entrando da Cremona.
Il 'Camper-Service' di Pizzighettone è il secondo esistente sulla tratta viaria Cremona-Lodi, dopo quello dell'ex Foro Boario di Cremona.
Un servizio utile non solo per i camperisti in visita alla Città Murata di Pizzighettone ma anche per tutti i camperisti che transitano tra Cremonese e Lodigiano e che, approfittando di questa area ad hoc per carico e scarico, sapranno magari anche cogliere l'occasione di visitare il borgo rivierasco e le sue mura.

Ufficio Turistico dei Volontari Mura
L'Ufficio Turistico dei Volontari Mura è principale artefice della promozione turistica: oltre che attraverso i tradizionali canali (trasmissioni Tv, mailing, ecc), il borgo murato viene presentato ogni anno alle principali manifestazioni turistiche ed enogastronomiche tra cui la Borsa Internazionale del Turismo di Milano, la Borsa internazionale del turismo enogastronomico di Riva del Garda, e alle rassegne 'Franciacorta in Fiore', 'Fiera di San Giulia di Brescia' e 'Fagiolandia' nell'ambito dello storico Carnevale di Ivrea. Il Gruppo Volontari Mura è inoltre punto di riferimento Comunale per l'accoglienza turistica nella sede di piazza D'Armi, adibita ad esposizione permanente di antiche cartografie e documentazione varia inerente la storia della fortezza pizzighettonese. Sede dove il turista può trovare informazioni inerenti le numerose manifestazioni dell'anno a Pizzighettone e un ormai collaudato gruppo di guide turistiche volontarie, in grado di condurre i visitatori alla scoperta della Città Murata. Le visite guidate si effettuano il sabato (ore 14.30-17.30), la domenica e festivi (ore 10-12 e 14.30-17.30); in altri giorni e orari, per gruppi e comitive, è necessaria la prenotazione; a disposizione, in giorni e orari da concordare, ci sono anche diversi pacchetti di visita alla città murata per le scolaresche, personalizzati in base all'età e al tempo a disposizione. Durante i mesi estivi di luglio e agosto, c'è inoltre la possibilità di visita alla città murata 'by night' con visite guidate in notturna, a partire dalle 21 di ogni sabato sera. Presso l'Ufficio turistico sono inoltre a disposizione tutte le pubblicazioni su Pizzighettone e gadgets sulla Città Murata.
Per qualsiasi informazioni contattare l'Ufficio turistico dei Volontari Mura:
tel. 0372.730333 - fax 0372.731588
www.gvmpizzighettone.it
info@gvmpizzighettone.it

Bike Sharing
Dalla primavera 2015 il Comune di Pizzighettone ha realizzato la postazione di Bike Sharing (il servizio di condivisione delle biciclette), dotata di dieci biciclette e collocata sulla sponda destra del fiume Adda, in località Gera, in piazza Mercato. La postazione è collegata con il circuito di reti ciclabili e del bike sharing, servizio già attivo su diversi comuni delle province di Cremona e Lodi. Il progetto si inserisce nel filone del turismo verde sulle due ruote, che a Pizzighettone può anche usufruire dell’intermodalità ferro-gomma-acqua, con due stazioni ferroviarie e la navigazione a bordo della motonave Mattei, con possibilità di caricare le bici su treno e nave.

Eccellenze Pizzighettonesi
Il progetto 'Eccellenze Pizzighettonesi' nasce nel 2011, in occasione della 11^ edizione della mostra mercato BuonGusto, dopo un lavoro di equipe e di sinergia durato diversi mesi.
Il progetto, inizialmente promosso da Pizzighettone Fiere dell'Adda è passato successivamente in capo ad Ascom Pizzighettone.
La finalità: meglio valorizzare e promuovere le produzioni locali d’eccellenza, col coinvolgimento dei commercianti-produttori.
Un progetto condiviso che si è fatto conoscere attraverso la promozione e la partecipazione a fiere, manifestazioni ed eventi della nostra provincia e non solo e proponendo anche degustazioni mirate in occasione di visite turistiche o educational tour di giornalisti, blogger, agenzie viaggio e tour operator tra cui anche stranieri.
Ancora con tante potenzialità da sviluppare, il progetto Eccellenze Pizzighettonesi intende soddisfare la sempre crescente domanda di prodotti di qualità, di nicchia e di filiera cortissima, che arrivano sulle tavole dei consumatori direttamente dai produttori locali.
Il marchio del progetto ‘Le Eccellenze Gastronomiche Pizzighettonesi’ è stato coniato e realizzato in esclusiva dal noto pittore, maestro Marco Sudati, di Pizzighettone, che ha voluto omaggiare la nuova iniziativa con un logo che racchiude, oltre ai prodotti locali, anche il suo stile pittorico, tipico ed inconfondibile.

©Intour Project - sant'Antonio di Gallura (OT) p.iva 02429980903 c.f. RCCBTS68D43B354H - tutti i diritti sono riservati
powered by Infonet Srl Piacenza

Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK