Visit Cremona
mercoledì 13 novembre 2019

celebrità cremonesi

CATEGORIA-57-1-03.jpg
Un rassegna dei personaggi della storia antica e dell'attualità che hanno contribuito al prestigio della città, a portare nel mondo il nome di Cremona, tra storia e politica, cinema e sport, musica e cultura... da Stradivari ad Amati, da Mina a Tognazzi a Cabrini, un profilo della città di Cremona raccontato attraverso la vita e e vicissitudini dei suoi cittadini più famosi e significativi.
  • Nicolò Amati
    strumenti dallo stile inconfondibile
    dominò la scena della liuteria cremonese per più di 50 anni e fissò definitivamente un modello di violino, Amati porta nel mondo il prestigio dell'arte liutaia cremonese...
  • Antonio Stradivari
    tra i più importanti liutai del mondo
    nel 1680 Stradivari acquistò una casa con annesso laboratorio in piazza San Domenico, oggi piazza Roma, nel quale lavorò fino a quando rimase in vita...
  • Giuseppe Antonio Guarneri
    detto "del Gesù"
    Giuseppe Guarneri "del Gesù" fu personaggio anomalo e non solo per le sue caratteristiche costruttive, così diverse dagli altri liutai della città...
  • Ugo Tognazzi
    attore, regista, sceneggiatore tra i più rimpianti
    Attaccatissimo alla sua terra e alla sua città, era frequente trovarlo allo stadio Zini a tifare per la Cremonese del suo amico e primo compagno di palcoscenico Domenico Luzzara...
  • Mina Anna Mazzini
    Natalia Aspesi la titolò Tigre di Cremona
    nasce a Busto Arsizio nel 1940 da Giacomo Mazzini, detto Mino, e Regina Zoni, detta Gina, originari cremonesi, che fanno ritorno a Cremona Nel 1943, quando Mina ha 3 anni...
  • Antonio Cabrini
    Campione del Mondo nel 1982
    esordì sedicenne nella Cremonese, nel campionato di Serie C del 1973-74, collezionando 3 presenze e diventando titolare l'anno successivo...
  • Aristide Guarneri
    Campione europeo con la Nazionale di calcio
    esordì nella Juventina (formazione giovanile del cremonese) e nel Codogno in Promozione, nel 1957 passò nel Como, in Serie B, nel 1958 passò all'Inter, dove fu impiegato come stopper...
  • Sofonisba Anguissola
    nasce da nobile famiglia piacentina
    partecipò come figura di spicco alla vita artistica delle corti italiane data anche la sua competenza letteraria e musicale, ebbe una fitta corrispondenza con i più famosi artisti del suo tempo...
  • Claudio Monteverdi
    segnò l'evoluzione del linguaggio musicale
    a lui è dedicato il teatro di Via Dante, noto anche come Teatro delle Arti, oltre ad un importante Festival che si tiene annualmnente al Teatro Ponchielli...
  • Gianluca Vialli
    vanta 259 gol con squadre di club
    detiene il record assoluto di realizzazioni in una singola edizione della Coppa Italia (13 reti nell'annata 1988-89)...
  • Giuseppe Cremonini (Bianchi)
    tenore del fine '800
    apprezzato per la potente voce lirica, ebbe un vasto repertorio che andava dal belcanto di Donizetti e Rossini, alla grande opera di Verdi...
  • Leonida Bissolati
    fondò «L'eco del popolo»
    il padre adottivo aveva rinunciato alla veste talare a 37 anni divenendo successivamente direttore della biblioteca comunale di Cremona...
  • Marco Girolamo Vida
    famoso umanista cremonese
    i genitori si chiamavano Guglielmo Vida e Leona Oscasale, appartenenti entrambi a famiglie patrizie di Cremona, sebbene di modeste condizioni economiche...
  • Famiglia Campi
    da Galeazzo a Bernardino
    dinastia di artisti che come dice il Lanzi nella «Storia pittorica dell'Italia», formarono «il progetto di un nuovo stile pittoresco..."
  • Liutprando da Cremona
    storico, vescovo e diplomatico italiano
    vescovo di Cremona, fu al centro delle vicende politiche e diplomatiche della seconda metà del X secolo relative all'Italia...
  • Roberto Ardigò
    uno dei più grandi filosofi italiani
    lo accompagnò una vita inquieta e travagliata, ordinato sacerdote nel 1851, divenne più tardi canonico della Cattedrale di Mantova, città nella quale visse fino al 1920...
  • Amilcare Ponchielli
    tra i più apprezzati musicisti e compositori
    Nel 1876 debuttò alla Scala la sua Gioconda, su libretto di Arrigo Boito (firmato con lo pseudonimo Tobia Gorrio), l'opera destinata a grande successo...
©Intour Project - sant'Antonio di Gallura (OT) p.iva 02429980903 c.f. RCCBTS68D43B354H - tutti i diritti sono riservati
powered by Infonet Srl Piacenza

Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK