Visit Cremona
sabato 27 maggio 2017
  • » itinerari Cremona i palazzi

palazzi della città di Cremona

itinerari Cremona i palazzi

ARGOMENTO-86-1-02.jpg
Sono tante e diverse le modalità per leggere la storia di un luogo, una delle quali è rappresentata dai suoi edifici, dall'architettura dei suoi palazzi, che collocano con precisione epoche e relative vicissitudini.
Cremona si offre facilmente sotto questa chiave di lettura, poichè numerose e in buono stato si presentano le strutture, capaci quindi di rappresentare un itinerario alterativo ed interessante.
da Palazzo Affaitati a Palazzo Ala-Ponzone, per continuare con Palazzo Trecchi, Palazzo Cavalcabò, Palazzo Mina Bolzesi e tanti altri... alla scoperta della città attraverso muri e portoni che hanno fatto la storia cremonese.
  • Palazzo Trecchi
    è stato il simbolo del prestigio e del potere
    splendidamente mantenuto e ben strutturato, attualmente il palazzo è sede congressuale e luogo di esposizioni e ricevimenti...
  • Palazzo Stanga Trecco
    di fronte alla chiesa di San Vincenzo
    è oggi sede dell’Istituto Agrario Stanga, che lo ricevette in dono dal marchese Ferdinando Stanga nel 1929...
  • Palazzo Silva-Persichelli
    del XVIII secolo
    ospita il Palazzo di Giustizia, a poche centinaia di metri dalla piazza centrale di Cremona...
  • Palazzo Scinchinelli-Martini
    ospitò l'Imperatore d'Austria
    il crollo di una controsoffittatura ha consentito il recupero di un pregevole soffitto ligneo con tavolette dipinte...
  • Palazzo Zaccaria Pallavicino
    lungo Corso Matteotti
    opera dell'architetto Faustino Rodi, incaricato dalla storica famiglia Zaccaria, risale al 1790...
  • Palazzo Mina Bolzesi
    risalente al 1815
    l’interno del palazzo è arricchito con decorazioni del Manfredini, oltre a numerosi splendidi affreschi del Diotti...
  • Palazzo Cavalcabò
    nel centralissimo Corso Matteotti
    fu proprietà anche della nobile famiglia Offredi di cui faceva parte Omobono, vescovo di Cremona dal 1791 al 1825...
  • Palazzo Barbò
    eretto nel 1837
    ampliamento della precedente residenza di famiglia Barbò, si erge quasi frontalmente a Palazzo Affaitati...
  • Palazzo Ala Ponzone
    oggi sede di uffici municipali
    nel cuore del centro storico di Cremona è voluto dal marchese Giuseppe Sigismondo Ala Ponzone...
  • Palazzo Affaitati
    Sede del Museo Civico Ala Ponzone
    opera dell’architetto Francesco Dattaro, detto il “Pizzafuoco”, noto anche per aver partecipato alla costruzione del duomo...
  • Palazzo Raimondi
    nel cuore del centro storico di Cremona
    Ospita la Facoltà di Musicologia e Paleografia Musicale, la Scuola Internazionale di Liuteria e il Museo Organologico-Didattico...
  • Palazzo Fodri
    edificio del XV sec
    bello il cortile che ospita una decorazione in cotto di Rinaldo De Stauris...
  • Cremona nelle immagini - musei e interni
    nelle tradizioni e tra le pieghe della città
    scatti che testimoniano la cultura e la tradizione della città di Cremona, tra musei, cortili ed interni, tra arte ed architettura...
  • Cremona nelle immagini - i Palazzi
    la storia attraverso gli edifici storici
    itinerario lungo i palazzi storici di Cremona...
  • scorci della città di Cremona
    fotografando Cremona
    scatti di scorci, vedute e particolari suggestivi della città di Cremona, tra le vie e le piazze, per fermare momenti di quotidianità...
  • Palazzo Cittanova
    costruito nel 1265
    insieme a Palazzo Trecchi e alla chiesa di Sant'Agata, costituì il nuovo nucleo dell'espansione medioevale della città...
  • il Palazzo Comunale
    fondato nel 1206
    la facciata è il risultato delle variazioni apportate nel 1838 dall'architetto cremonese Luigi Voghera che ha arricchito le finestre di lesene e decorazioni in cotto..
©Intour Project - sant'Antonio di Gallura (OT) p.iva 02429980903 c.f. RCCBTS68D43B354H - tutti i diritti sono riservati
powered by infonet srl piacenza

Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK